chisiamo edizionipassate gallery insicilia.html durantelanno
programma 2009 mostra lionni
eventi speciali giovani adulti
laboratori e atelier spettacoli
adotta un editore identikit
incontri con scrittori informazioni e contatti
a
arassegna stampa
a
acredits
   MOSTRA LIONNI    

 

 

Da sabato 14 febbraio
a domenica 15 marzo 2009

ore 10.00-13.00, 16.00-19.00
chiuso martedì
Parma, Galleria San Ludovico

 

 

   

LEO LIONNI IMMAGINARIO ESEMPLARE
ALLESTIMENTO A CURA DI MARCO FERRERI
IN COLLABORAZIONE CON BABALIBRI E FAMIGLIA LIONNI


Il Festival Minimondi nel decennale della scomparsa ricorda Leo Lionni con un’esposizione che ripercorre a ritroso l’esperienza artistica del maestro: dai libri per bambini alle sculture in bronzo, dalle fotografie ai dipinti, dai lavori di grafica ai cortometraggi d’animazione realizzati insieme con Giulio Gianini.
Raccontano le creazioni di Lionni per i bambini le illustrazioni originali per i libri e per i cortometraggi, i video dei suoi filmati e alcune pagine di libri incollate come enormi code di aquiloni nello spazio.
Lionni grafico e art director è presentato da alcune delle sue realizzazioni più famose: dagli impaginati per la rivista “Fortune” sino ai suoi indimenticabili segni grafici per Olivetti e Motta.
Nella sezione della “Botanica Parallela”, straordinaria metafora che è anche il titolo di un suo libro di saggi (Adelphi, 1976), si scopre l’artista che esplora un mondo inventato in modo totale e straordinario attraverso disegni, scritti, dipinti e sculture.
Il percorso di Lionni pittore, che attraversa le tecniche e i significati dell’arte per arrivare a definire il proprio linguaggio, è presentato da una serie di ritratti a olio.
Fanno da guida alla visita alcuni video con ricordi di amici, collaboratori, estimatori dell’artista e dell’uomo: Lorenza De’ Medici che ha viaggiato con lui in India, Milton Glaser che da New York scrive: “sarei molto felice di ricordare Leo...”, Delfina Rattazzi che, avviluppata nelle spire dei “tirilli” rilegge il trattato della Botanica Parallela, genere con cui solo Borges prima di Lionni si era misurato e soprattutto Rosellina Archinto che ha pubblicato tutti i suoi libri per bambini, ora riproposti da Babalibri.
(a cura di Storyville)

UN RINGRAZIAMENTO AFFETTUOSO ALLA FAMIGLIA LIONNI


© Alessandro e il topo meccanico, Babalibri


© La casa più grande del mondo, Babalibri

 
   
 

LEO LIONNI

    Leo Lionni è un artista poliedrico: pittore, grafico, scrittore e illustratore di libri per bambini. Nato a Amsterdam, si trasferisce in Italia nel 1929 per studiare economia all’Università di Genova, iniziando nel contempo una carriera di pittore. Nel 1935 si laurea in economia e comincia ad interessarsi al design, nel 1939 emigra negli Stati Uniti con la famiglia, a causa delle leggi razziali. A Philadelphia, dove risiede, si avvicina all’attività grafica e diviene art director per alcune campagne pubblicitarie e, in seguito, per l’importante rivista Fortune. Collabora con alcune delle maggiori personalità di quegli anni, come Saul Steinberg, Andy Warhol, Alexander Calder, Willem de Kooning e Fernand Léger. Nel 1962 torna in Italia dove inizia una nuova carriera come scrittore e illustratore di libri per bambini. Leo Lionni è scomparso l’11 ottobre 1999, nella sua casa di Radda in Chianti, all’età di 89 anni.
 
   
 

MARCO FERRERI

    Marco Ferreri, nato nel 1958, si è laureato in architettura nel 1981 al Politecnico di Milano, città dove dal 1984 vive e lavora.
Diversi sono i campi della sua ricerca progettuale che spazia dal disegno industriale alla grafica, dall’architettura agli allestimenti. Molti dei suoi oggetti sono raccolti in importanti collezioni di design quali la “Permanent Design Collection” del Museo d’Arte Moderna di New York, la collezione permanente di design dell’Israel Museum di Gerusalemme, la Collezione del Fondo Nazionale d’Arte Contemporanea di Parigi e in importanti collezioni private.
         
         
 

   

TOPOLINI, COCCODRILLI E PESCIOLINI:
IL MONDO DI LIONNI

A cura di Francesca Archinto, Babalibri

Parma, Biblioteca U. Guanda, da 4 anni

Venerdì 20 febbraio, ore 10.30 e 14.30
Giovedì 5 marzo, ore 10.30 e 16.30

L’editore Francesca Archinto organizza laboratori alla scoperta del mondo di Lionni. A partire dai celebri Pezzettino, Guizzino, Un colore tutto mio, un viaggio fatto di letture, discussioni e attività di gioco per dare al libro la possibilità di essere un’occasione di divertimento e avventura nella fantasia, dove con orecchie, mani e occhi tutto è permesso.


FRANCESCA ARCHINTO
Francesca Archinto è laureata in filosofia con indirizzo psicopedagogico. Alla fine degli anni’80 ha creato a Milano la cooperativa Giocoteca per la gestione di uno spazio polivalente dedicato al gioco dei bambini. Ha lavorato per il Comune di Milano – Ufficio Ludoteche, come supervisore del personale. Dal 2002 lavora con entusiasmo nella casa editrice Babalibri nata in società con la francese l’École des Loisirs, occupandosi della vita del libro, dalla scelta fino all’arrivo in libreria. Per non dimenticare i suoi interlocutori principali, i bambini, ha fondato l’Associazione Baba-Umpa!, attraverso la quale svolge attività di animazione e promozione del libro per l’infanzia

         
         
     

DISEGNARE CON
LE FORBICI

A cura di Antonella Abbatiello

Parma, Biblioteca U. Guanda, da 6 anni

Domenica 15 febbraio, ore 10.30 e 16.00
Lunedì 16 febbraio, ore 10.30 e 16.00


Antonella Abbatiello propone un divertente e colorato laboratorio sui film d’animazione di Leo Lionni. I bambini, dai 6 ai 10 anni, realizzano una serie di collage con carte colorate, creando le forme esclusivamente con le forbici, ne’ matite ne’ pennelli. Le carte sono di diversa consistenza e qualità, preparate dai bambini stessi, con le particolari tecniche di Lionni.


ANTONELLA ABBATIELLO
Nasce a Firenze nel 1959. Vive a Roma, dove si è diplomata all’Accademia di Belle Arti con Toti Scialoja.
Ha illustrato sessantotto libri per bambini e di molti di questi è suo anche il progetto e il testo.
Ha pubblicato per i maggiori editori italiani e i suoi libri sono stati tradotti e pubblicati in tredici Paesi.
Il suo libro “La cosa più importante” (ed. Fatatrac) è stato premiato nel 2001 con la Menzione d’Onore dell’UNESCO,per le tematiche della pace.
Per otto anni assistente unica di Emanuele Luzzati e Giulio Gianini, ha collaborato alla realizzazione dei loro film d’animazione. 
Assistente di Gianini, ha insegnato cinema d’animazione per quattro anni al Centro Sperimentale di Cinematografia.
Ha realizzato l’intera parte grafica di tre film di Leo Lionni.

         
         
 

   

LEO LIONNI, DAL CAOS ARTISTICO
ALL’ORDINE GRAFICO

A cura di Andrea Rauch

Venerdì 20 febbraio ore 14.00
Parma, Istituto d’Arte Toschi


Adulti e giovani della scuola superiore dell’Istituto d’Arte incontrano il designer Andrea Rauch alla scoperta del pensiero di Leo Lionni. Per scoprire che dietro le sue storie costruite, ritmate e apparentemente facili ci sono ‘operette’, storie ‘morali’ che parlano di identità, di solidarietà e di confronto e incontro con gli altri per una crescita consapevole.


ANDREA RAUCH
Andrea Rauch insegna Grafica presso l’Istituto Europeo di Design (IED) di Milano e l’Università di Siena, ha disegnato e progettato immagini per il Festival Internazionale del Teatro di Caracas, il Centre Georges Pompidou, l’Union des Théâtres de l’Europe. Tiene corsi e seminari di Graphic Design a Bolzano, Venezia, Parigi, Dublino, Rio de Janeiro, San Paolo. Il suo operato é stato più volte oggetto di pubblicazioni a livello internazionale e i suoi manifesti sono entrati a far parte delle collezioni del Museum of Modern Art di New York e del Musée de la Publicité del Louvre di Parigi. Si occupa di progetti intermediali a stampa, sul web e in video ponendo molta attenzione alla sperimentazione e alla ricerca attraverso le nuove tecnologie applicate al visual design.

         
         
 

   

INCONTRO CON MARCO FERRERI

Venerdì 27 febbraio, ore 14.00
Parma, Istituto d’arte P. Toschi


Il curatore della mostra “Lionni immaginario esemplare” incontra adulti e giovani della scuola superiore dell’Istituto d’Arte.

         
         
 








   

LE RANE SONO RANE E I PESCI
SONO PESCI.
IMMAGINARIE ESPLORAZIONI NEL MONDO DI LEO LIONNI

A cura di Consuelo Ghiretti

Parma, Galleria San Ludovico,
da 4 anni
Domenica 15 febbraio ore 10.30 e 17.30
Lunedì 16 febbraio, ore 10.00; 11.30 e 16.30
Mercoledì 18 febbraio, ore 10.00; 11.30 e 16.30
Venerdì 20 febbraio, ore 10.00; 11.30 e 16.30
Domenica 22 febbraio ore 10.30 e 17.30
Lunedì 23 febbraio, ore 10.00; 11.30 e 16.30
Mercoledì 25 febbraio ore 16.30
Giovedì 26 febbraio ore 10.00 e 11.30
Domenica 1 marzo, ore 10.30
Mercoledì 4 marzo ore 10.00; 11.30 e 16.30
Giovedì 5 marzo ore 16.30
Venerdì 6 marzo ore 16.30
Sabato 7 marzo, ore 10.30
Domenica 8 marzo, ore 10.00

Consuelo Ghiretti e Sandra Soncini propongono un percorso rivolto alle scuole materne, finalizzato all’esplorazione della mostra, attraverso un lavoro di lettura e drammatizzazione delle opere esposte. Il gruppo di bambini viene accolto e accompagnato all’interno dei locali adibiti alla mostra, da un attore-guida, guardiano dello spazio, che alternando la lettura di testi a momenti di lavoro collettivo e di messa in forma teatrale, permette di entrare appieno nel lavoro dell’autore. Il laboratorio permette al gruppo, attraverso un lavoro di rappresentazione grafica, di lasciare e portare con sé un’impronta della visita compiuta all’interno della mostra.


CONSUELO GHIRETTI
Consuelo Ghiretti (1980), laureata in Scienze dell’Educazione a Bologna, si specializza in Teatroterapia a Milano. Intraprende l’ambito teatrale e continua tuttora la sua formazione attraversando diverse esperienze teatrali. Determinante nel suo percorso l’incontro con Manuela Capece e Davide Doro, attori e registi della compagnia teatrale RODISIO, della quale si innamora ed entra a far parte. Da alcuni anni cura progetti di narrazione rivolti all’infanzia e collabora con il Festival Minimondi.


SANDRA SONCINI
Nata a Parma nel 1966, attrice, inizia il suo percorso artistico come danzatrice, compie studi di danza contemporanea, dedicandosi anche all’attività dell’insegnamento della danza e alla coreografia.